La locandina




In vendita su =>Amazon in formato cartaceo
Può essere acquistato con Bonus Cultuta 18app e Carta Docente


Presentazione del libro. Le emozioni vengono PRIMA
1. Nel tempo.
Abbiamo convissuto solo con le emozioni (e senza i pensieri) per tutto il periodo della nostra evoluzione. Fin da quando siamo diventati rettili.
Da bambini siamo molto più emotivi che da adulti.
2. Nell’importanza.
Il nostro sentire dà significato alla vita, indirizza le nostre decisioni e i nostri comportamenti.
3. Nell’educazione.
L’educazione emotiva si sta affermando negli ultimi decenni come l’educazione più valida per gli aspetti più importanti del nostro vivere. Come la capacità di relazionarci con gli altri, come avere fiducia in se stessi, come essere assertivi e soddisfatti di sé.
4. Nella ricerca del benessere.
La regolazione emotiva è l’unico strumento per evitare i disturbi emotivi e psicologici e per vivere nella fiducia di se stessi e nell’appagamento.

Le emozioni
• Sono al centro delle ricerche delle neuroscienze degli ultimi 30 anni.
• Sono il cuore di tutte le teorie su cui si basano le psicoterapie.
• Sono al centro di tutti gli orientamenti pedagogici moderni.
• Sono oggetto di studio in riferimento all’agire politico e sociale e in riferimento a tutte le attività di comunicazione.
• Sono l’oggetto e lo strumento più importante di tutte le pratiche che cercano di aumentare il benessere e contenere lo stress.
• Soprattutto le emozioni sono la parte di noi che ci è più cara, più intima; che sentiamo più nostra. Noi siamo il racconto che facciamo a noi stessi della nostra vita. E questo racconto è un racconto emotivo.


Non c’è argomento più importante e più opportuno per farne un oggetto di studio e per farne uno strumento di educazione per i nostri figli e per i nostri scolari.
E per farne un festival!
Nel libro sono raccolti vari saggi e articoli pubblicati in relazione al “Festival delle emozioni” che si svolge a Terracina (LT) da 6 anni.
L'autore è l'ideatore e il fondatore del Festival. Nei vari articoli vengono esposti le idee e le ragioni che hanno portato a scegliere per un Festival un argomento così comune e così poco considerato come le emozioni.
I vari capitoli sono dedicati ai seguenti argomenti: 1. Significato del Festival, 2. La teoria. 3. Il format. 4. Il corpo. 5. L’arte. 6. L’educazione. 7. Lo sport. 8. Progetti. 9. La storia. 10. La cultura. 11. Varie.
A fondamento del libro, e anche del Festival, c'è la convinzione che, come diceva Antonio Damasio, " Noi non siamo macchine pensanti che si emozionano, ma siamo macchine emotive che pensano”.
È arrivato il momento di rivendicare il primato delle emozioni. È il momento di conoscerle, di regolarle e di goderle.